Via Cavalcanti,9/D CAP 50058 SIGNA (Firenze)

Tel. +39 055 8734952

La commedia cinematografica toscana 1975-2022

La commedia cinematografica toscana 1975-2022 -
Autore : Fabrizio Borghini
Collana : Il giglio

Novità

ISBN:9788860395535. , Anno 2022

pagg. 96; cm 16.5X23.5 Italiano
Br. Ill.

€ 10.00


Descrizione
La commedia cinematografica toscana 1975-2022 di Fabrizio Borghini è un inedito assoluto.
Il libro teorizza l’esistenza di un genere cinematografico, denominato appunto commedia cinematografica toscana, sorto dalle ceneri della commedia all’italiana, la cui nascita si deve a due pellicole di Mario Monicelli.
Il primo esempio compare infatti in Amici miei, del 1975, con il funerale del Perozzi in piazza Santo Spirito a Firenze, e prosegue due anni dopo, nel 1977, con le esequie di Amalia in Un borghese piccolo piccolo.
Nasce quindi con due pietre tombali di quel genere cinematografico portato al successo dallo stesso Monicelli e da Comencini, da Dino Risi, Ettore Scola e da autori come Age Scarpelli, Suso Cecchi d’Amico, Benvenuti, Bernardi e tanti altri.
Il grande successo di Amici miei spalanca la porta alla toscanità nel cinema italiano, poi la successiva deflagrazione di Benigni consolida l’avallo del pubblico ai film dove si parla toscano, fiorentino prima, pratese poi e infine livornese.
E quello che inizialmente sembrava essere solo un filone di successo nel corso degli anni si trasforma in un vero e proprio “genere”, grazie ai continui successi di Francesco Nuti, Alessandro Benvenuti, Paolo Virzì, Leonardo Pieraccioni, Massimo Ceccherini, sorretti da autori che a mano a mano si impongono come Ugo Chiti, Giovanni Veronesi, Francesco Bruni.

Un brano

Contributi

Della stessa collana
A spasso per Firenze
C'era una volta un rione a Firenze
Firenze al cinema
Firenze pillole di emozioni
Per le antiche strade di Firenze